Contrappasso: voci dentro e fuori dal carcere

Contrappasso: voci dentro e fuori dal carcere: componimenti narrativi e poetici scritti dai detenuti della Casa Circondariale di Padova accompagnati da brani musicali eseguiti all’arpa da Stefania Friso. Un progetto finanziato e realizzato da “Senti Chi Parla – Centro di Registrazione del Libro Parlato” in collaborazione con l’Ulss Penitenziaria Euganea 6 di Padova e trasmesso da RADIO SENTI CHI PARLA.
Il percorso terapeutico-riabilitativo in opera alla Casa Circondariale di Padova, prevede una varietà di attività psicoeducative, psicoterapeutiche e riabilitative promosse dalla Sanità Penitenziaria dell’Unità Locale Sociosanitaria 6 Euganea in collaborazione con l’Amministrazione Penitenziaria.

La scrittura creativa dei detenuti, finalizzata al miglioramento delle capacità espressive e all’accrescimento delle competenze emotive, e la musicoterapia con l’arpa, finalizzata al miglioramento della consapevolezza di sé e ad una miglior gestione dell’ansia e delle situazioni stressanti, hanno permesso di concretizzare la “donazione” della scrittura personale e della lettura a favore di soggetti non in grado di leggere autonomamente.
Autori: Amos, Hassen, Vittorio, Cristian, Fabrizio, Nichi, Oussama, Imad, Denis, Oriano, Alex, Andrea, Llambi.
Interpreti: Antonietta Antoniol, Stefania Friso, Marina Moscato, Federico Pinaffo, Elsa Sabbadin, Graziano Sessolo, Marina Zanon.

Un ringraziamento a Franca Fazzini e Dario Giangolzian Agopian.

Una curiosità sull’arpa utilizzata da Stefania Friso per accompagnare le letture
L’antica proprietaria dell’arpa è Elena Giangolzian Agopian, arpista, nata nel 1916 in una famiglia di origini armene. Il padre Paolo, medico, fuggì dalle persecuzioni perpetrate dai Turchi ad opera del Sultano Abdul Hamid II nel 1895 e si trasferì in Veneto. Elena si diplomò in arpa nel 1933 presso il conservatorio Benedetto Marcello di Venezia e fu immediatamente assunta come arpista presso l’orchestra del Teatro La Fenice divenendo la più giovane concertista d’Italia. L’arpa a 46 corde, doppio movimento, fu fabbricata a Parigi nel 1901 presso il prestigioso stabilimento Erard. A Pierre Erard si deve il brevetto dell’arpa gotica la cui denominazione deriva dall’aspetto estetico che richiama aspetti decorativi del tardo medioevo: la base della colonna è ornata da rosoni e la sommità da pinnacoli e metope, decorazioni analoghe a quelle che troviamo nelle cattedrali gotiche.
L’arpa è stata recentemente restaurata dal sapiente lavoro artigianale di Pino Tolin.

Contrappasso andrà in onda su Radio Senti Chi Parla mercoledì 8 e mercoledì 15 dicembre 2021 alle ore 4, 10, 16 e 22.

La puntata sarà disponibile in questa pagina attraverso QR-Code dal 16 dicembre 2021.